La kinesiofobia

La paura del movimento

kinesiofobia

La kinesiofobia è definita come una paura eccessiva, irrazionale e debilitante del movimento o dell’attività fisica. La paura del movimento è associata a una sensazione di vulnerabilità alle lesioni in risposta al movimento.

È una delle yellow flag che ha ricevuto più attenzione dalla ricerca negli ultimi decenni e che tutti i professionisti dell’area della riabilitazione dovrebbero tenere in conto.

Il trattamento della kinesiofobia suggerito dalla review di Martinez-Calderon del 2019 mirava a valutare l’efficacia di diversi interventi nel ridurre la paura correlata al dolore nelle persone con fibromialgia e ad analizzare se gli studi inclusi riportassero i loro interventi in dettaglio.

Dodici studi clinici randomizzati hanno soddisfatto i criteri di ammissibilità, comprese 11 coorti con un campione totale di 1.441 partecipanti. L’esercizio fisico, gli interventi multicomponenti e psicologici erano più efficaci dei controlli nel ridurre la kinesiofobia. Tuttavia, non ci sono state differenze nella diminuzione della kinesiofobia quando sono stati utilizzati l’autogestione e l’elettroterapia.

A causa però della scarsa/molto bassa certezza delle prove trovate, è necessario un invito all’azione per migliorare la qualità degli studi clinici randomizzati, che porteranno a informazioni più definitive sull’efficacia clinica degli interventi in questo campo.

Il Tampa Scale of Kinesiofobia è un questionario valido e affidabile autosomministrato utilizzato per una valutazione obiettiva della paura del movimento.

▶️ Per leggere la reviw completa CLICCA QUI

Leggi anche:

Post-mastectomy pain syndrome (PMPS)

Formazione ECM: per il triennio 2020-2022 obbligo formativo ECM ridotto di un terzo

Il dolore facciale 

Newsletter Epistrofeo

Vorresti rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità in ambito sanitario?

Iscrivi alla nostra nostra newsletter CLICCA QUI

Categorie News
Group 227