Story di

Geronimo

In EOM ho trovato una famiglia, persone fantastiche che mi hanno aiutato a crescere personalmente e professionalmente.

Geronimo Rago

Al solo pensiero mi sale la malinconia… le lezioni, i compagni, i docenti… è stato tutto bellissimo, porterò per sempre nel cuore il ricordo della mia scuola di osteopatia EOM.

Sono nato ad Azul in provincia di Buenos Aires ed è lì che è cominciato tutto. Al termine dei tre anni di fisioterapia ho deciso di trasferirmi in Italia, a Lecce, dove, dopo aver imparato la lingua, ho iniziato a seguire una serie di pazienti. La fisioterapia però, non mi bastava. Sentivo l’esigenza di una maggiore manualità indirizzata ai diversi distretti corporei, per questo decisi di iscrivermi ad una scuola di osteopatia.

Essendo già un professionista sanitario, sentivo il bisogno di trovare un percorso lineare e formale che mi permettesse di partire da un certo livello e che fosse di grado di aumentare le mie conoscenze e competenze.

Scelsi la formazione EOM Italia.

Ad ogni seminario scoprivo e sperimentavo sempre cose nuove, mettevo in pratica gli insegnamenti dei docenti, percepivo che ogni volta acquisivo una maggiore manualità.

All’epoca esisteva solo la sede di Verona, mi ricordo ancora gli interminabili viaggi in treno, ma devo dire che ne è decisamente valsa la pena!

Mi definisco da sempre un nomade, come tutto nella mia vita anche questo percorso è stato caratterizzato da viaggi e spostamenti. Ho frequentato per 3 anni EOM Italia, mi sono poi trasferito in Venezuela dove ho concluso gli ultimi due presso la sede EOM di Madrid.

La scuola di osteopatia EOM era una costante, mi seguiva e permetteva di studiare e formarmi ovunque fossi.

Viaggio da sempre e con il mio titolo sono potuto andare dappertutto, non ho mai avuto impedimenti per lavorare; mi dà tranquillità sapere di avere un diploma di una scuola di osteopatia che è riconosciuto praticamente ovunque.

Oggi sono da tre anni in Paraguay, lavoro per una squadra di calcio di serie A, Cerro Porteño, è la più grande qui. Sono responsabile del settore dei fisioterapisti della prima squadra.

Geronimo Rago responsabile di settore al Cerro Porteño aiuta un giocatore come fisioterapia osteopata
Geronimo Rago responsabile di settore al Cerro Porteño aiuta un giocatore come fisioterapia osteopata

Mi hanno chiamato prima di tutto perché osteopata, avevano bisogno di una figura nuova, ed essendo poi fisioterapista con esperienza, sono diventato responsabile di settore.

Ho sempre amato il calcio e questo per me è un sogno raggiunto anche grazie ad EOM!

Scopri anche le Stories di:

Elio

Federica

Alessia

Group 227